Marciume anulare
Clavibacter michiganensis ssp. sepedonicus

Il batterio Clavibacter michiganensis ssp. sepedonicus, agente del marciume anulare, è un patogeno specifico della patata e presente in paesi dell’America settentrionale e del Nord Europa. Può portare a perdite di produzione del 20% alla raccolta, anche in assenza di evidenti sintomi durante la fase vegetativa, e fino al 60% durante la fase di conservazione dei tuberi. In molti paesi Europei, tra i quali l’Italia, non è mai stato segnalato ed è pertanto essenziale prevenire la sua introduzione. Sui tuberi-seme, ritenuti il principale mezzo di diffusione della malattia, è tuttavia molto difficile certificare, con una semplice ispezione visiva, l’assenza del patogeno. L’infezione, come nel caso di R. solanacearum, può rimanere latente per un lungo periodo e non essere visibile su varietà tolleranti (quali Alpha e Desirée). Nel suolo questo batterio può poi sopravvivere su residui colturali ed infettare nuove piante attraverso ferite sui tuberi provocate da operazioni colturali o da insetti. La contaminazione più cospicua si ha generalmente al momento della raccolta, soprattutto se meccanizzata.

I sintomi sulla parte aerea sono solitamente visibili alla fine della stagione vegetativa e possono quindi essere facilmente confusi per una normale senescenza fisiologica. Si possono avere disseccamenti ai margini delle foglie basali che tendono poi ad arrotolarsi verso l’interno (Fig. 2A). Questi sintomi possono manifestarsi in tempi diversi su porzioni differenti di una stessa pianta. Il disseccamento è generalmente lento e può essere più rapido solo a temperature elevate (superiori a 25°C). Nei tuberi infetti, che di solito non presentano evidenti segni e/o sintomi esterni, è possibile osservare, in corrispondenza dell’anello di fasci vascolari, una stretta area color giallo-chiaro che tende ad imbrunire e decomporsi solo ad uno stadio avanzato della malattia (Fig. 2B). Spesso la malattia può non causare sintomi evidenti se non una ridotta taglia delle foglie e dei tuberi.