Erba di S. Barbara comune
Barbarea vulgaris

È una pianta erbacea, perenne appartenente alla famiglia delle Brassicaceae.

La Barbarea vulgaris è una specie bienne o perenne. Tutta la panta emana un odore nauseabondo ed è glabra (o al massimo scarsamente pelosa). L'altezza varia da 30 a 60 cm (minimo 20 cm; massimo 90 cm). La forma biologica è emicriptofita scaposa (H scap), ossia è una pianta erbacea con gemme svernanti al livello del suolo e protette dalla lettiera o dalla neve, dotata di un asse fiorale più o meno eretto e con poche foglie.

La radice è del tipo a fittone.

Il fusto si presenta eretto e ramoso alla base con brevi steli angolosi e striati.

Foglie basali: le foglie radicali sono riunite in una rosetta e sono disposte in modo patente (quasi eretto). Sono abbinate a due a due e picciolate. La forma è pennatosetta (completamente divise) in 4 - 6 segmenti laterali e con un lobo terminale più grande degli altri a forma ovale e margine intero. Lunghezza del picciolo 2 – 8 cm. Dimensioni dei lobi laterali: larghezza 1 – 8 mm; lunghezza 0,3 – 20 mm. Dimensione del lobo terminale: larghezza 30 mm; lunghezza 35 mm. Foglie cauline: le foglie lungo il fusto sono a disposizione alterna, sessili; quelle inferiori sono abbraccianti il fusto (amplessicauli); sono lobate (2 - 4 segmenti piccoli più uno grande terminale); il segmento terminale è a forma ovale e margine crenulato. Quelle superiori sono indivise e grossolanamente dentate. Sono inoltre auricolate. Dimensione del lobo terminale: larghezza 20 mm; lunghezza 25 mm. Il colore delle foglie è verde gaio.

L'infiorescenza è formata da grappoli di piccoli fiori gialli su terminali eretti (struttura di un racemo allungato a pannocchia). In questo tipo di infiorescenza non esiste un singolo fiore apicale. I fiori sono inoltre privi di brattee e sono brevemente peduncolati. I boccioli sono completamente glabri.

I fiori sono ermafroditi, dialipetali, attinomorfi (in realtà sono fiori dissimmetrici – a due piani di simmetria) e tetrameri (calice e corolla composti da 4 parti). Dimensione dei fiori 5 – 8 mm.

Il frutto è una siliqua lineare a 4 spigoli ottusi e senza becco. Le valve sono carenate (il nervo mediano è più marcato). I semi (più o meno di colore marrone scuro) all'interno della siliqua sono disposti in un'unica fila ed hanno una forma appiattita. Il peduncolo del frutto in genere è più corto della siliqua stessa. La disposizione dei frutti è divergente rispetto all'asse del racemo. I semi sono sprovvisti di endosperma. Lunghezza dei peduncoli 3 – 5 mm. Dimensione delle silique: larghezza 1 – 1,5 mm; lunghezza 20 – 25 mm. Dimensione dei semi: larghezza 1 – 1,2 mm; lunghezza 1,2 – 1,5 mm.

L'habitat tipico di questa specie sono i fanghi umidi, le zone incolte e i bordi dei ruscelli e fiumi; ma anche gli ambienti umidi e temporaneamente inondati e ambienti ruderali. Il substrato preferito è sia calcareo che siliceo con pH neutro e alti valori nutrizionali del terreno che può essere mediamente umido.