GeodisRegistrazione scaduta
NUFARM - Erbicida
14426

CARATTERISTICHE
GEODIS è un nuovo preparato a base di Bromoxynil ottanoato specificatamente studiato per il diserbo di post-emergenza. Agisce per contatto e per assorbimento fogliare (non vi è tuttavia traslocazione all'interno della pianta) ed è efficace contro numerose infestanti dicotiledoni quali Amaranto (Amaranthus spp.), Borsa del pastore (Capsella bursa-pastoris), Farinaccio (Chenopodium spp.), Stramonio (Datura stramonium), Galinsoga (Galinsoga parviflora), Camomilla selvatica (Matricaria camomilla), Erba mercorella (Mercurialis annua), Erba morella (Solanum nigrum), Papavero (Papaver roheas), Poligono convolvolo (Polygonum convolvolus), Persicaria (Polygonum persicaria), Poligono nodoso (Poligonum lapathifolium), Correggiola (Poligonum aviculare), Convolvolo nero (Falloppia convolvolus), Vilucchio (Convolvolus arvensis) da seme, Ravanello selvatico (Raphanus spp.), Senape selvatica (Sinapis arvensis), Erba calderina (Senecio vulgaris). La particolare formulazione in polvere bagnabile assicura un'ottima efficacia del prodotto, evitando al contempo l'insorgere di fenomeni fitotossici sulla coltura, riscontrabili invece nell'applicazione di preparati fitosanitari a base di Bromoxynil in emulsione o sospensione concentrata.

MODALITA’ D’IMPIEGO:
CIPOLLA, AGLIO, SCALOGNO: il prodotto va applicato dallo stadio 2-4 foglie vere alla dose di 0,5-0,75 kg per ettaro. Su colture trapiantate attendere che le piante abbiano superato la crisi di trapianto. La dose di 0,5 kg per ettaro è consigliabile nelle prime fasi di sviluppo delle colture e su infestanti poco sviluppate. Applicare al massimo fino a 2,25 Kg/ha di prodotto complessivamente.

AVVERTENZA: in caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta.

FITOTOSSICITA’: GEODIS può essere fitotossico per le colture non indicate in etichetta. Non operare in giornate ventose ed evitare la deriva sulle colture limitrofe a quelle del trattamento. Dopo il trattamento lavare accuratamente l'attrezzatura di distribuzione impiegando una soluzione fortemente alcalina. Applicare con irroratrice idraulica montata su trattore con normali ugelli a spruzzo a ventaglio ad un a pressione da 1,5 a 2 bar. Dopo il trattamento lavare l’equipaggiamento di irrorazione ed il serbatolo completamente con una soluzione alcalina, come soda cristallizzata o liscivia. Usare la pompa per sciacquare l’intero sistema con acqua pulita, compresi gli ugelli ed i tubi.

Cropsbbchnorma registrataIntervallo pre-raccolto
Aglio0 - 00.5 - 2.2530
Cipolli0 - 00.5 - 2.2530
Scalogno0 - 00.5 - 2.2530