LibraxRegistrazione scaduta
BASF - Fungicida
15500

MODALITÀ E DOSI D’IMPIEGO
Si consiglia di usare LIBRAX nei periodi critici di sviluppo delle malattie riportate in tabella. Si consiglia inoltre l’impiego di LIBRAX nell’ambito di un programma di trattamenti che preveda la rotazione di sostanze attive con diverso meccanismo d’azione. Si raccomanda lo scrupoloso rispetto delle dosi, degli intervalli tra i trattamenti e del numero massimo di trattamenti. Diluito in 100-300 litri d’acqua ad ettaro, LIBRAX s’impiega come descritto di seguito:
Frumento (tenero e duro), Triticale ed Orzo: 2,0 litri per ettaro
Intervenire tra la metà dell’accestimento e la fine della fioritura, in funzione delle malattie da controllare.
Non effettuare più di 2 trattamenti all’anno con LIBRAX.

PREPARAZIONE DELLA MISCELA
Assicurarsi che l’attrezzatura sia pulita e tarata correttamente per il trattamento da effettuare. Riempire il serbatoio con acqua fino a metà circa. Mettere in moto l’agitatore del serbatoio prima di versarvi la dose di prodotto necessaria. Continuando ad agitare la soluzione, aggiungere acqua sino al volume previsto per l’applicazione. Dopo l’applicazione è buona pratica pulire l’attrezzatura con acqua.

COMPATIBILITÀ
LIBRAX è risultato compatibile con i più diffusi prodotti fungicidi, insetticidi e regolatori di crescita in commercio al momento della sua registrazione. Tuttavia in caso di miscela con nuovi prodotti, si raccomanda di fare saggi preliminari di miscibilità.
Avvertenza - In caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi d’intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta.

FITOTOSSICITÀ
LIBRAX, impiegato da solo, non ha mai causato danni alle diverse varietà di frumento (tenero e duro), triticale ed orzo sin qui saggiate. Tuttavia, su varietà nuove e/o in caso di miscela con nuovi prodotti, si raccomanda di fare saggi preliminari su una piccola superficie, prima di estendere l’applicazione a tutto il campo.
Rispettare un intervallo di almeno 31 giorni tra il raccolto e la semina o trapianto di successive colture in rotazione.

Cropsbbchnorma registrataIntervallo pre-raccolto
Grano invernale0 - 02 - 221
Grano primaverile0 - 02 - 221
Orzo invernale0 - 02 - 221
Orzo primaverile0 - 02 - 221
Triticale invernale0 - 02 - 221
Triticale primaverile0 - 02 - 221