Butyrac 118Registrazione scaduta
NUFARM - Erbicida
1990

CARATTERISTICHE
Il BUTYRAC 118 è un erbicida selettivo per la lotta contro le malerbe a foglia larga, nate da seme, infestanti le colture di leguminose da foraggio. Il BUTYRAC 118 si adatta in particolare al diserbo nelle colture di erba medica, ginestrino, trifoglio ladino, trifoglio pratense, qualora queste siano infestate da malerbe non graminacee. Il BUTYRAC 118 può essere inoltre impiegato per il diserbo del grano in cui siano state traseminate leguminose da foraggio, nonché dei prati polifiti di leguminose consociate a graminacee.

DOSI E MODALITA' D'IMPIEGO
Prati polifiti, medicai, trifogliai di trifoglio ladino e trifoglio pratense nati da seme o già affrancati
Contro malerbe nate da seme, come farinaccio (Chenopodium album), amaranto (Amaranthus spp.), ranuncolo (Ranunculus spp.).
- Altezza media delle malerbe minore di 3 cm: litri 2,5 per ettaro.
- Altezza media delle malerbe da 3 a 8 cm: litri 4,5 per ettaro.
Contro altre malerbe a foglia larga come le poligonacee (Polygonum spp.), vilucchio (Convolvolus arvensis), romice (Rumex crispus), con sviluppo superiore ai 7- 8 cm: litri 5 per ettaro.
Su prati di trifogli ed erba medica sia provenienti da seme che già affrancati eseguire il diserbo dopo che le colture hanno differenziato la prima foglia trilobata sino alle soglie della quarta trilobata.
Contro malerbe come stoppione (Cirsium arvense), trattando prima che le leguminose siano in fioritura: litri 5 - 6 per ettaro.
Su varietà di recente introduzione è necessario effettuare un saggio preventivo su una piccola superficie onde rilevare se esiste eventuale sensibilità della coltura.
Usare il BUTYRAC 118 alle dosi consigliate diluendo in 500 o più litri d'acqua per ettaro. In ogni caso il volume totale di soluzione deve essere sufficiente per una buona irrorazione, ma non tale da provocare il dilavamento delle foglie delle malerbe trattate; eseguire il trattamento in giornate serene.

Avvertenza: in caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione, informare il medico della miscelazione compiuta.
Fitotossicità: durante il trattamento fare attenzione che la nebbia irrorante non venga a contatto con piante sensibili adiacenti al campo da diserbare ( quali la vite gli ortaggi, gli alberi da frutto ) anche sotto forma di vapori portati dal vento; il prodotto non è volatile. Una piccola quantità di 2,4-D miscelato con BUTYRAC 118 può provocare seri danni alle leguminose. Pertanto, qualora vengano impiegate attrezzature già usate per l'esecuzione di diserbi selettivi con formulati a base di 2,4-D, le stesse devono essere accuratamente lavate prima di applicare il BUTYRAC 118.

Cropsbbchnorma registrataIntervallo pre-raccolto
Erba medica0 - 02.5 - 630
Grano invernale0 - 02.5 - 630
Grano primaverile0 - 02.5 - 630
Prateria0 - 02.5 - 630
Trifoglio0 - 02.5 - 630