Cuproxat S.D.I.Registrazione scaduta
NUFARM - Fungicida
11569

Caratteristiche del preparato
Fungicida a base di solfato di rame tribasico.

Avvertenze agronomiche
Avvertenze: i semi trattati e residuati della semina non devono essere destinati all’alimentazione umana, del bestiame, degli animali domestici e della selvaggina. Per la distruzione delle sementi conciate non riutilizzabili devono essere osservate le norme vigenti sui rifiuti tossici o nocivi.
Campi e dosi di impiego
Vite - Peronospora, Black-rot: 300-500 ml/hl, Intervenire ogni 7 - 10 giorni dalla formazione degli acini a 20 giorni dalla vendemmia. In caso di forte attacco attenersi alla dose massima e ridurre l’intervallo del trattamento.
Melo, Pero, Cotogno - Ticchiolatura, Cancri rameali, Nectria, Batteriosi: 300 ml/hl, nei trattamenti primaverili prima della fioritura; 700-800 ml/hl nei trattamenti autunno-invernali.
Pesco, Ciliegio, Susino, Mandorlo - Corineo, Fusicocco, Bolla, Monilia, Cancri rameali: 700-800 ml/hl - Trattamenti autunno-invernali con piante in pieno riposo vegetativo fino all’inizio dell’apertura delle gemme. Cancro batterico da Pseudomonas s yr ingae: 600-700ml/hl Trattamenti alla caduta delle foglie.
Olivo - Occhio del pavone, Fumaggine, Lebbra, Rogna, Batteriosi: 500-600 ml/hl - Trattamenti autunnali, in pre-fioritura e in vegetazione.
Agrumi - Mal secco, Allupatura, Fumaggini, Antracnosi, Batteriosi: 500-600 ml/hl. Intervenire prima e dopo la fioritura in funzione della gravità dell’attacco.
Noce – Antracnosi: 650ml/hl - Intervenire in vegetazione con trattamenti primaverili e alle dosi più ridotte. Batteriosi (azione collaterale): 200-300 ml/hl - Nei trattamenti primaverili estivi.
Nespolo – Ticchiolatura: 300-400 ml/hl. Trattamenti autunno-invernali e fino a prima della fioritura.
Fragola – Vaiolatura, Maculatura rosso-bruna, Batteriosi (Xanthomonas fragariae) : 500 ml/hl - Trattamenti autunno-invernali fino a prima della fioritura. Actinidia – Batteriosi: 600-800ml/hl Trattamenti ad ingrossamento gemme e caduta foglie.
Pomodoro, Melanzana, Spinacio, Bietola da costa e da foglia, Lattughe ed erbe fresche (lattuga, radicchio, cicoria, indivia o scarola, rucola, valerianella, crescione, rosmarino, basilico, erba cipollina, maggiorana, melissa, menta, origano, prezzemolo, salvia, timo, ruta, dragoncello), Cavolfiore, Cavolo broccolo, Cavolo cappuccio, Cavolo di Bruxelles, Cavolo verza, Cavolo nero, Cetriolo, Zucchino, Fagiolo, Fagiolino, Pisello, Cipolla, Aglio, Scalogno, Porro, Carciofo, Cardo, Sedano, Finocchio – Peronospora, Alternaria, Septoria, Cladosporiosi, Antracnosi, Ruggini, Bremia, Cercospora, Phoma, azione collaterale su Sclerotinia: 300-400 ml/hl. Iniziare le applicazioni al verificarsi delle condizioni per lo sviluppo della malattia, proseguendole ad intervalli di 7-12 giorni, in funzione dell’andamento climatico e dello sviluppo della vegetazione. Per le colture trapiantate iniziare le applicazioni dopo il trapianto ripetendole con turni di 7-12 giorni in funzione delle condizioni climatiche. Batteriosi: 400-500 ml/hl
Peperone: 2,4 l/ha in vegetazione, al verificarsi delle condizioni climatiche predisponenti l’attacco fungino.
Asparago – Batteriosi ed altre malattie fungine 400-500 ml/hl. Intervenire solo dopo la raccolta dei turioni.
Oleaginose (Soia, Colza, Girasole) – Peronospora, Antracnosi: 5 l/ha
Tabacco - Peronospora, Antracnosi: 400 ml/hl.
Cereali - Ruggine, Septoria: 800/ml/hl. Al verificarsi delle condizioni per lo sviluppo delle malattie.
Cereali – Carie: 100 ml/q.le di seme; Disinfezione dei semi (conciante – escluso mais, sorgo, riso).

Compatibilità
Il prodotto non è compatibile con gli antiparassitari a reazione alcalina, quali polisolfuri di calcio e bario. Miscelare il prodotto con altri formulati solo se vi è evidenza di sufficiente sicurezza di compatibilità; è comunque consigliabile procedere ad una prova preventiva per sincerarsi che i prodotti che si vogliono associare non presentino incompatibilità chimico-fisica.
Avvertenze: in caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta.

Fitotossicità
Non trattare durante la fioritura. Non trattare piante in condizioni di stress o in caso di forti escursioni termiche.

Cropsbbchnorma registrataIntervallo pre-raccolto
Aglio0 - 00 - 03
Agrume0 - 00 - 020
Asparagi0 - 00 - 0-
Avena invernale0 - 00 - 020
Avena primaverile0 - 00 - 020
Barbabietole rosse0 - 00 - 03
Basilico0 - 00 - 03
Broccoli0 - 00 - 03
Carciofi0 - 00 - 03
Cavolfiore0 - 00 - 03
Cavolini di Bruxelles0 - 00 - 03
Cavolo cappuccio0 - 00 - 03
Cetrioli0 - 00 - 03
Cicoria0 - 00 - 03
Ciliegie0 - 00 - 0-
Cipolli0 - 00 - 03
Colza invernale0 - 05 - 520
Colza primaverile0 - 05 - 520
Crescione0 - 00 - 03
Dragoncello0 - 00 - 03
Erba cipollina0 - 00 - 03
Fagioli0 - 00 - 03
Fagioli di soia0 - 05 - 520
Finocchio0 - 00 - 03
Fragole0 - 00 - 03
Girasoli0 - 05 - 520
Grano invernale0 - 00 - 020
Grano primaverile0 - 00 - 020
Indivia0 - 00 - 03
Kiwifruit0 - 00 - 0-
Lattuga0 - 00 - 03
Maggiorana0 - 00 - 03
Mandorle0 - 00 - 0-
Melanzane0 - 00 - 03
Meli0 - 00 - 0-
Melissa0 - 00 - 03
Melo cotogno0 - 00 - 0-
Menta0 - 00 - 03
Nespolo0 - 00 - 0-
Nocciole0 - 00 - 020
Olive0 - 00 - 020
Origano0 - 00 - 03
Orzo invernale0 - 00 - 020
Orzo primaverile0 - 00 - 020
Peperoni0 - 02.4 - 2.43
Pere0 - 00 - 0-
Pesche0 - 00 - 0-
Piselli0 - 00 - 03
Pomodori0 - 00 - 03
Porri0 - 00 - 03
Prezzemolo0 - 00 - 03
Radicchio0 - 00 - 03
Rosmarino0 - 00 - 03
Rucola0 - 00 - 03
Salvia0 - 00 - 03
Scalogno0 - 00 - 03
Sedano0 - 00 - 03
Segale invernale0 - 00 - 020
Segale primaverile0 - 00 - 020
Spinaci0 - 00 - 03
Susini0 - 00 - 0-
Tabacco0 - 00 - 020
Timo0 - 00 - 03
Triticale invernale0 - 00 - 020
Triticale primaverile0 - 00 - 020
Uva0 - 00 - 020
Zucchini0 - 00 - 03

effettivo