Afide verde del pesco
Myzus persicae

Si ritiene che si tratti dell'insetto più pericoloso del pesco, che manifesta danni sulle foglie, con marcati accartocciamenti, e sui germogli; su questi organi provoca arresto di sviluppo sulla pianta, con successive necrosi sui vari organi. Il danno è determinato da punture trofiche degli afidi nella pagina inferiore delle foglie ed elevata produzione di melata che imbratta gli organi, provocando parziale asfissia, accettuando le ustioni dai raggi solari, favorendo lo sviluppo di fumaggini.

Probabilmente è anche vettore del "virus del mosaico del pesco"; se gli attacchi si verificano su particolari cultivar di pesco sensibili, si può avere un danno diretto sui frutticini, i quali si deformano durante lo sviluppo e subiscono alterazioni cromatiche; se l'attacco si verifica in fioritura, si verificano aborti fiorali e colature dei fiori.