Veronica comune (Occhi della Madonna)
Veronica persica

Pianta annua, erbacea, pelosa, con fusti prostrati radicanti, eretti nella parte fiorale, radice fascicolata; altezza 5÷50 cm.

Le foglie semplici, da ellittiche ad ovali con margine fortemente dentato, pelose, le basali sono opposte, le cauline sono alterne.

I fiori nascono laterali all'ascella delle foglie, sono portati da lunghi peduncoli, hanno corolle azzurre con fauce giallognola. I fiori rimangono chiusi nelle giornate nuvolose con poca luce.

I frutti sono capsule (4-6 x 6-10 mm) compresse biloculari reniformi, reticolate e lievemente pubescenti, con lobi ovoidi divergenti; contengono semi ellittici, giallastri, profondamente concavi da un lato.

Pianta nitrofila molto comune, presente in tutte le zone antropizzte. Introdotta dalla Persia in Europa (in Italia soprattutto durante il XIX° secolo) come pianta segetale (che cresce tra le messi), è divenuta infestante dei luoghi erbosi, pascoli, orti, incolti, colture sarchiate; da 0 a 1.800 m.